Sabato 13 Novembre, presso la Sala Consiliare, Silvano Console presenta la sua opera “Voltarsi sempre indietro per costruire il futuro. La guerra e la Resistenza a Penne, Medaglia d’argento al Merito Civile”.

Nel libro, l’autore ripercorre gli eventi succedutisi nel territorio di Penne durante l’ultimo conflitto mondiale: i bombardamenti, le razzie dei nazisti appoggiati dai fascisti locali…  ma anche la generosità e l’ospitalità delle famiglie pennesi verso le migliaia di sfollati provenienti dalla costa e verso soldati stranieri sfuggiti alla morte, il sacrificio dei Partigiani, di cittadini, di donne nella lotta di Liberazione. I Martiri civili di Roccafinadamo barbaramente fucilati dai fascisti davanti al cimitero di Montorio al Vomano.Tanti fatti ricostruiti con documenti, dati storici scritti e fotografici,tante testimonianze anche di chi all’epoca osservava e viveva gli avvenimenti con gli occhi di un adolescente.

Infine l’impegno di chi nell’anno 2004 impegnava il Consiglio Comunale di Penne in seduta straordinaria, solenne e aperta al pubblico a chiedere al Presidente della Repubblica un riconoscimento al merito civile alla Città di Penne.

Riconoscimento concesso dal Presidente Giorgio Napolitano con il conferimento della MEDAGLIA d’argento al merito civile alla nostra Città.


Categorie: StoriaTerritorio